COSA FARE IN CASO DI DECESSO

La morte di un proprio caro è sempre un momento di grande dolore, lo stato confusionale del momento porta però ad affrontare il problema di che cosa fare.

Sia che si tratti di un lutto improvviso sia che il decesso fosse “atteso” dopo un periodo di malattia, spesso non si è preparati ad adempiere ai molteplici aspetti burocratici.

Se il decesso avviene in una casa privata, la propria abitazione o quella di un parente, la prima cosa da fare è contattare il proprio medico curante il quale vi raggiungerà per accertare la morte del vostro caro e compilerà un documento, chiamato “modulo ISTAT”, con i dati del defunto e la causa del decesso. Se il vostro medico di famiglia non fosse reperibile, potete contattare un altro medico di base che lo sostituisca. Grazie all’aiuto del vostro medico, dovrete obbligatoriamente contattare il medico necroscopo incaricato dalla ASL di riferimento affinché, dopo la 15° ora dal decesso e comunque entro la 30° ora, trasmetta al Comune il certificato di accertamento di morte e lo invii online all’INPS.

In tutti i casi, in cui il decesso si verifica presso un ospedale, una casa di cura, una clinica privata o una casa di riposo, è ai familiari più stretti del defunto che spetta la scelta dell' agenzia funebre.

La legge vieta, infatti, ai medici, agli infermieri o agli inservienti di suggerire a quale agenzia di pompe funebri rivolgersi.

L’agenzia Compagnoni ha una lunga esperienza in questo ambito e vi assicura la sensibilità e l’efficienza necessarie in momenti delicati come questo. Assolviamo la totalità del disbrigo pratiche e organizziamo al meglio l'ultimo saluto.

Principalmente, i documenti necessari per l'assolvimento delle pratiche sono:

 documento di identità e il codice fiscale del defunto assieme al documento di identità e al codice fiscale di un parente, di un convivente o di un conoscente.

In ottemperanza al D.L. n. 196 del 30/6/2003 in materia di protezione dei dati personali, vi faremo firmare una liberatoria per utilizzare i vostri dati personali esclusivamente per fini professionali ed inerenti all'attività di onoranze funebri.

Share by: